Regno Unito

/Regno Unito
Regno Unito2019-02-13T13:04:36+00:00

I rapporti bilaterali economico-commerciali tra Italia e Regno Unito sono sempre stati stretti e diversificati, anche grazie alla (finora) comune appartenenza alla UE. 

Il cambiamento di scenario, verificatosi a seguito dell’esito del referendum sulla Brexit, ha provocato un clima di incertezza che però, fino ad oggi, non ha influito particolarmente sul quadro complessivo dei rapporti commerciali bilaterali. Il Regno Unito, infatti, si è confermato, nel 2017, il 5° mercato di destinazione per l’export italiano, il 5° mercato di destinazione dell’export Italiano in UE-OCSE con un incremento potenziale entro il 2021 di circa € 1,7 mld (dati Sace).

La dinamica dei flussi commerciali conferma, dunque, il saldo positivo a favore dell’Italia. II valore complessivo delle esportazioni italiane nel Regno Unito nel 2017 è stato pari a oltre 23,1 miliardi di euro, con un aumento rispetto al 2016 di circa +0,7 miliardi, a fronte di un valore delle importazioni pari a circa 11,4 mld (dati Sace/Info Mercati Esteri).

I dati sinora analizzati indicano, nel 2018, una crescita delle esportazioni più moderata, +2,5%, e un +2,2% medio annuo nel triennio 2019-2021. (dati Sace/Info Mercati Esteri).

Export italiano per settori 2017: Mec­ca­ni­ca stru­men­ta­le 17%; Mez­zi di tra­spor­to 13%; Tes­si­le e ab­bi­glia­men­to 11%; Ali­men­ta­ri e be­van­de 10%; Chi­mi­ca 10%; Al­tri con­su­mi 8%; Al­tro 31% (dati Sace).

Principali settori di opportunità:

  • Arredamento;
  • Costruzioni;
  • Farmaceutica;
  • Meccanica strumentale;
  • Mezzi di trasporto;
  • Alimentari e bevande;
  • Gioielli e alta moda.
Per informazioni o consulenza su progetti di export o investimenti diretti in Regno Unito, invia un’email a info@rbmlex.it.